Parlando di brand, erroneamente si pensa solo agli elementi visibili dell’immagine coordinata, come il marchio o la color palette. Questi fattori, però, non rappresentano che la punta dell’iceberg di una struttura molto più complessa. Sono, infatti, il risultato di una serie di azioni che mirano a rendere il brand un vero e proprio strumento di business.

Una buona branding strategy dovrebbe mirare a realizzare un brand memorabile, unico e riconoscibile, in grado di creare un legame emotivo e una fidelizzazione con i clienti, diventando così la prima scelta rispetto ai competitor.

Il potere della branding strategy

 

Cos’è la branding strategy?

Per definizione, con branding strategy si intende il piano a lungo termine per lo sviluppo di un brand che sappia creare valore, che sia in grado di dialogare con il suo pubblico, di raggiungere obiettivi misurabili per il proprio business e imporsi sul mercato. 

Una branding strategy di successo è in grado di generare valore aggiunto, rispecchiando le emozioni e i bisogni dei consumatori e del mercato, andando così a incidere positivamente, nel lungo periodo, sugli indicatori di un’azienda, primo fra tutti il fatturato. Per saperne di più sul ROI del branding, ti consigliamo di leggere il nostro articolo a questo link.

L’obiettivo della branding strategy è approfondire tutti quei punti che renderanno unici il linguaggio visivo e la comunicazione del brand. Tale processo di definizione e ricerca lo farà spiccare nella sua fetta di mercato e lo aiuterà a mantenere coerenza, contribuendo al riconoscimento del marchio e alla fedeltà dei clienti. 

 

I tre step della branding strategy.

La branding strategy è basata su un lavoro sinergico tra il cliente e il team di designer che prevede tre step, distinti e complementari, di un unico percorso funzionale a gettare le basi per la costruzione del brand.

Comprensione

In questa prima fase, si studia il target di riferimento e i competitor, si definiscono gli obiettivi, i valori e il brand positioning raccogliendo tutte le informazioni chiave. Nel caso di un rebranding o un restyling, si analizzano in primis i punti di forza e di debolezza del brand. 

Definizione

Grazie alle informazioni ottenute, si definisce il profilo archetipale da associare al brand e, di conseguenza, il tone of voice. La scelta dell’archetipo di riferimento si riflette nella progettazione di un’identità aziendale; il che aiuterà a definire ogni aspetto della comunicazione. Per approfondire l’archetypal branding ti suggeriamo il nostro articolo a questo link.

Progettazione

La terza ed ultima fase elabora gli step affrontati e va a definire i punti fondamentali quali la mission, ossia la dichiarazione di intenti e lo scopo del brand, la vision, ossia la proiezione di uno scenario futuro che rispecchia i valori e lo spirito dell’impresa, e la unique value proposition, ossia la definizione chiara e inequivocabile dei benefici.

A seguito di questo lavoro, sarà stilato il documento che detterà le linee guida per lo sviluppo del brand.

 

Il caso PARZ.

Riportiamo un esempio di branding strategy realizzata dal nostro team.

Parz è un servizio destinato al settore automotive per la compravendita di ricambi auto online. Rappresenta il punto d’incontro tra domanda e offerta, basandosi sull’interazione tra un’app e una piattaforma web.

Punto di partenza dell’analisi strategica è stata l’individuazione del target e dei competitor, della mission e della vision aziendale, la definizione del funzionamento dell’applicazione e della sua utilità. Il che ha consentito di stabilire quali fossero i punti di forza, l’unicità della piattaforma e i relativi core values: accessibilità, miglioramento e autonomia.

Parz è un progetto fortemente incentrato sulle persone e sulle loro esigenze, assecondandone il bisogno di certezze quando si parla di ricambi auto. Per tale ragione, è stato individuato come archetipo l’Uomo Comune e come tone of voice quello neutro – nello specifico, il professionale caldo –  per trasmettere semplicità, sicurezza e affidabilità.

 

Il potere della branding strategy

 

Se vuoi progettare un marchio forte con alla base una strategia curata e su misura per il tuo business, la division di Branding & Communication Design di Baasbox è qui per aiutarti. 

Contattaci

 

 

Xenia De Persio, Visual Designer di Baasbox, è appassionata di arte, cinefila incallita e sognatrice di posti lontani. Il tutto abbinato a un buon cibo, meglio se in compagnia del suo gatto.