Website under innovative construction

Instagram: per il nuovo lockdown estesa la durata delle dirette a 4 ore

Instagram dirette da 4 ore e archivio

Instagram si sta adattando al modo in cui i creatori hanno utilizzato le dirette durante la pandemia mondiale legata al Coronavirus. Oggi, la società afferma che sta espandendo in modo significativo il limite di tempo per le dirette, da un’ora a quattro ore per gli utenti di tutto il mondo.

 

Instagram: ecco le dirette da 4 ore

 

Durante l’apice dei lockdown nazionali nel mondo, Instagram Live è diventato un luogo in cui i creatori si sono uniti agli utenti. Si tratta del caso dei Dj set live su Instagram, degli artisti che suonavano la loro musica per i fan, delle celebrità che hanno ospitato talk show dal vivo, degli appassionati di allenamento che si sono uniti alle lezioni dal vivo e molto altro ancora.

 

L’utilizzo delle dirette è aumentato del 70% rispetto ai numeri precedenti al Coronavirus negli Stati Uniti. Tanti dei creators hanno chiesto a gran voce dirette che durassero di più di un’ora. Ora sono stati accontetati.

 

Questa modifica mette Instagram alla pari con i limiti di tempo offerti da Facebook per le live streaming da dispositivi mobili, anch’essi di 4 ore. Tuttavia, Facebook permette dirette fino ad otto ore di durata se vengono caricate tramite pc.

 

L’estensione delle dirette arriva a poche settimane da quella dei Reels, i video simili a quelli di TikTok, che Instagram aveva introdotto a inizio agosto per intercettare lo stesso segmento di pubblico. Il 23 settembre, infatti, la loro durata era stata raddoppiata da 15 a 30 secondi.

 

L’unico limite da superare per utlizzare le nuove dirette Instagram di 4 ore è rappresentato dalla reputazione dell’account: chiunque abbia intenzione di avviare una diretta che duri più di 4 ore, non deve avere violazioni delle policy di Instagram pregresse.

 

Instagram dirette da 4 ore e archivio

 

Instagram: Archivio per le dirette, Live Now e abbonamenti

 

Le novità non finiscono qui: come annunciato con un tweet da Instagram stesso, le dirette potranno essere salvate per 30 giorni prima della cancellazione ed è in arrivo una nuova sezione, chiamata “Live Now”, che mostrerà in tempo reale gli account che sono in diretta streaming su Instagram.

 

La sezione Live Now avrà il proprio spazio nell’IGTV. Inoltre, alla fine di una diretta, Instagram reindirizzerà in automatico gli spettatori ad altre dirette in linea con gli interessi degli utenti, un po’ quello che accade su Twitch.

 

Instagram ha, inoltre, lanciato una funzionalità che permette ai cretori di monetizzare le proprie dirette attraverso badge dei fan, anche questa modifica è notevolmente simile al sistema di abbonamento di Twitch. La società ha iniziato a distribuire badge in Instagram Live a un gruppo iniziale di oltre 50.000 creatori che testeranno la funzione vendendo badge a prezzi di $ 0,99, $ 1,99 o $ 4,99.

 

Questi badge garantiscono maggiore visibilità ai commenti nelle dirette con molto pubblico, consentono ai fan di supportare un creatore preferito e inseriscono il nome del fan nell’elenco dei possessori di badge del creatore.

 

Infine, come già detto, Instagram presto offrirà agli utenti la possibilità di archiviare le proprie dirette per un massimo di 30 giorni. In precedenza, gli utenti potevano salvare i loro post del feed o le loro storie in un archivio privato, ma l’unico modo per salvare una diretta era pubblicarla immediatamente su IGTV. Tuttavia, a differenza dei post e delle storie dei feed che vengono salvati a tempo indeterminato, le dirette verranno eliminate dopo 30 giorni, fino a quel momento, il creatore ha la possibilità di tornare al video per salvarlo o scaricarlo.

 

Ciò consentirebbe al creatore di pubblicare il video anche su altre piattaforme social, come Facebook o YouTube, o persino di ritagliare parti chiave per piattaforme che offrono video di breve durata, come TikTok. La funzione Archivio permette anche di scaricare la diretta se questa si arresta in modo anomalo per qualche motivo, o se il creatore ha dimenticato di scaricarla in quel momento.